Archivio news 14/02/2020

Lokomotiv A.S. Pintas - Cristal Genuis 2 - 5

Genuis: è una rimonta dal profumo di tricolore

IL PRE PARTITA
Con la sconfitta del MC Rustic contro il Cavour, la Lokomotiv ha la ghiottissima opportunità di tornare a lottare per lo Scudetto in caso di vittoria contro il Cristal Genuis che dal suo canto coi tre punti, ma anche con uno soltanto, si prenderebbe la vetta solitaria. Le formazioni: nei padroni di casa out Carboni in difesa e Medda in attacco; il Genuis deve rinunciare a Pregio, Lugas e Rais in difesa, a centrocampo assenti Cogotti e Pregio R., in avanti danno forfait A. Cogotti, Di Martino, Cera e Garbati.

IL LIVE DEL PRIMO TEMPO
7' Buona occasione per la Lokomotiv: Loddo mette una buona palla dalla destra ma E. Melis a centro area cerca il gioco di prestigio anzichè la botta sicura. Caocci para
9' Ancora un buon pallone per la Lokomotiv: traversone di M. Melis dalla destra, stacco di E. Melis da centro area ma il pallone finisce alto
12' ENRICO MELIS! 1-0! Grandissimo gol della Lokomotiv con la sforbiciata del centravanti da centro area di rigore, la palla termina nell'angolino destro. Il tutto nato da un corner dalla destra procurato dalla deviazione di Caocci sopra la traversa su insidiosa conclusione dal limite di Marci
14' RAIMONDO MARCI! 2-0! Avvio eccellente dei giallo blu. Loddo lavora un ottimo pallone a centro area e serve a ritroso il compagno che con un poderoso destro insacca tra palo e portiere. Nulla da fare per Caocci
16' Vicina al terzo gol la Lokomotiv: conclusione di Marci dal limite, Caocci respinge non benissimo ma E. Melis da pochi passi, anche per via del contrasto con Melis F., non riesce a firmare la doppietta personale. La palla si perde sopra la traversa
17' Si fa vedere il Genuis: punizione dalla distanza di F. Melis con pallone che non passa distante dal palo sinistro
21' NICOLA BALLOI! 2-1! Torna in partita la capolista ma tutto nasce da un errore sulla fascia destra di L. Melis che fà partire l'avversario il quale dal limite la spedisce con un mancino violentissimo sul palo teoricamente difeso da A. Deplano al quale nella circostanza non ci sentiamo però di dare particolari responsabilità
23' PALO DEL GENUIS! Punizione dalla distanza di Murgia, la palla filtra per Melis F. che col mancino manda la palla a baciare la base esterna del palo sinistro
25' Insiste il Genuis e sul tiro cross di Meloni dalla destra serve il salvataggio sulla linea di Anedda, era rimasto infatti sorpreso A. Deplano

IL COMMENTO DEL PRIMO TEMPO
Come di consueto il Genuis ha sostanzialmente regalato la prima frazione alla propria avversaria. La squadra bianco blu si è svegliata soltanto nei minuti finali rischiando peraltro di riuscire a pareggiarla. Sprecone il Lokomotiv che dopo 15' sarebbe potuto essere avanti di tre, e non di due gol.

IL LIVE DEL SECONDO TEMPO
1' Subito lavoro da fare per il neo entrato E. Deplano che sulla botta da fuori di Murgia salva alla sua destra mandando col piede destro sopra la traversa
5' NICOLA ENNAS! 2-2! Pareggio clamoroso del Genuis per come è avvenuto. Traversone dalla sinistra di Ennas apparentemente innocuo, ma il movimento a centro area di Balloi manda fuori giri E. Deplano che viene sorpreso alla propria sinistra
6' Scatenato Balloi nel Genuis: il talentino bianco blu riesce ad evitare la guardia di Anedda ma la sua conclusione, smorzata, termina sul fondo alla destra di E. Deplano
8' Insiste il Genuis: ci prova anche Piscedda con un destro dalla fascia destra che termina di poco sopra l'incrocio sinistro
9' NICOLA BALLOI! 2-3! E' ancora lui evidentemente l'uomo del match. Grandissima conclusione col mancino dal limite, pallone spedito con una violenza inaudita alla destra di E. Deplano che qui poco ci poteva fare forse anche nascosto da qualche compagno
11' FEDELE MELIS! 2-4! Dormita della retroguardia giallo blu e il Genuis chiude il match. Tanto per cambiare è ancora uno scatenato Balloi a seminare il panico sulla destra, palla in orizzontale per il compagno che a E. Deplano oramai battuto non sbaglia
12' NICOLA ENNAS! 2-5! Dilaga la capolista! Palla in verticale per Ennas che dinanzi a E. Deplano usa il fioretto: tocco morbidissimo con l'estremo difensore ancora una volta incolpevole, pallone che si insacca nell'angolino sinistro

IL COMMENTO DEL SECONDO TEMPO
Ripresa nella quale Lokomotiv non è sostanzialmente mai esistita anzi la squadra giallo blu sin dai primissimi minuti ha subito la fisicità della formazione avversaria. Passo decisamente indietro per S. Sara e i suoi rispetto al primo tempo. Seconda frazione sostanzialmente perfetta per la capolista.

IL POST PARTITA
Inizia la strada verso lo Scudetto per il Genuis che a questo punto senza passi falsi si cucirà addosso il tricolore. La squadra di Garbati però nel prossimo turno non avrà il più semplice degli impegni contro l'Almond. La Lokomotiv A.S. Pintas se la vedrà invece contro Aston Vigna 2018 in uno scontro diretto per il terzo posto, certo che per la formazione di S. Sara rischierà di pesare eccome l'assenza per squalifica di M. Melis che questa sera ha dimostrato aldilà di tutto, di essere in buona condizione.

IL TABELLINO
LOKOMOTIV A.S. PINTAS:
Deplano E. 5,5, Deplano A. 6, Muggironi 6,5, Melis L. 5, Parisi 5,5, Atzeni 5, Marci 7, Anedda 7,5, Melis M. 6, Melis E. 6, Loddo 7
CRISTAL GENUIS: Caocci 6, Piscedda 7, Vincis 6, Tassi 5, Ennas 5,5, Murgia 5, Meloni 6, Balloi 8, Melis F. 7
ARBITRO: Melis
MARCATORI: 12' E. Melis (L), 14' Marci (L), 21'-34' Balloi (C), 30'-37' Ennas (C), 36' F. Melis (C)
AMMONITI: 23' Muggironi (L)
ESPULSI: 39' Ennas (C) e M. Melis (L)
MIGLIOR GIOCATORE: Balloi (C)
MIGLIOR PORTIERE: Caocci (C)

LE PAGELLE - LOKOMOTIV A.S. PINTAS
GABRIELE ANEDDA VOTO 7,5.
Direttamente dall'oratorio dei sacrestani di Cagliari ecco Roberto che effettivamente con quella bicicletta assomiglia più che a un giocatore, a Terence Hill che interpreta Don Matteo. Aldilà di quello che fa nei minuti finali, è prezioso in campo salvando il risultato al termine dei primi 25'. SACERDOTE.
RAIMONDO MARCI VOTO 7.
Sempre tra i migliori in campo nelle fila della Lokomotiv. Non si accontenta di propiziare il gol del vantaggio procurandosi un calcio d'angolo ma qualche minuto dopo insacca con un destro di rara violenza che i gestori di Monte Claro temono per l'incolumità della rete. Soffre di più nella ripresa. TERRA ARIA.
MANUEL MELIS VOTO 6.
L'ex giocatore di Oltre 4 scende così tanto e così bene sulla corsia destra che nemmeno una pastiglia contro il mal di testa potrebbe bastare ai giocatori avversari per calmarsi. Nel finale si fa prendere dal nervosismo ma ciò che conta, ciò che è bello, è che poi si va a scusare e chiarisce tutto. IL BELLO DEL CALCIO.
LUCA MELIS VOTO 5.
Già apprezzato sia pure di rado con la maglia del MC Rustic nel campionato del Sabato, le sue doti sembrano quelle di play maker, di interditore a centrocampo. Sulla destra invece a fine primo tempo la combina grossa "mollando" Balloi e dopo quell'episodio non riesce più a rialzare la testa. ODORE DI FRITTURA.

LE PAGELLE - CRISTAL GENUIS
NICOLA BALLOI VOTO 8.
Passa i primi minuti a osservare l'andamento di Milan - Juventus in panchina poi una volta entrato in campo gli bastano pochissimi secondi, anche grazie a un regalo della difesa avversaria, per essere decisivo. Nel secondo tempo è lui l'uomo del match propiziando il 2 a 2 e realizzando il 3 a 2. VOLPE NEL POLLAIO.
MANUEL PISCEDDA VOTO 7.
Poteva forse farsi preferirei nei primi minuti del match Manuel che ci mette un pò a carburare ma quando lo fa dalle sue parti non si passa più. Nel primo tempo sfiora pure un gol da antologia dalla destra e sarebbe stato un bel gesto atletico.  Lui tra coloro più volenterosi a finire la gara. CALCIO NEL SANGUE. 
FEDELE MELIS VOTO 7.
Non particolarmente preciso nella prima frazione Fedele, prima sfiora una rete su calcio di punizione poi da posizione invitante riesce soltanto a centrare un palo. Si fa perdonare nella ripresa non solo col gol che chiude i giochi ma anche cercando di calmare gli animi roventi al 15'. MOMENTO DEL BISOGNO.
MANUEL TASSI VOTO 5.
Tra i meno in palla questa sera e non solo perchè da centrale lascia fare praticamente quello che vuole ad E. Melis già nei primi minuti di gara, ma anche perchè nel secondo tempo è tra i giocatori più caldi quando Ennas e M. Melis vengono a contatto. Una di quelle serate per lui, da dimenticare. FOGLIA SECCA.

Giacomo Luigi Uccheddu