AT League2020/21
(Maschile)
Calcio a 7 Over

10^ PGS Summer Cup LDC Over 50

Archivio news 07/08/2021

GENUIS50 – LA CHICCHERIA 7 - 5

I rigori sorridono nuovamente alla squadra di Garbati; La Chiccheria paga la giornata no dei suoi Top

IL PRE PARTITA

Venerdì 6 Agosto 2021: sul manto erboso del Centro Sportivo Veritas Orione96 si scrive la parola fine sulla prima edizione della LDC Over50 di calcio a 7. In campo la rivelazione Genuis50 che in Semifinale ha avuto la meglio del più quotato Real Fortezza, e La Chiccheria che nel penultimo atto è riuscita a superare non senza faticare Audio Acustica. Gli arbitri del match sono i signori Angelo Ammirevole e Marina Ebau. Uno sguardo alle due formazioni a partire dai padroni di casa: assente Corso a centrocampo e Perdisci in avanti, per il resto tutti a disposizione; tra le fila dei bianco celesti out entrambi i portieri Scalas e Serra, a centrocampo assente Simbula. Si può cominciare!

CRONACA LIVE

1’ Subito Campagnola pericolosissimo prende palla dalla propria area arriva a centrocampo e poi spara un mancino velenoso che Ledda è bravo a mandare in corner alla sua sinistra

4’ Risposta de La Chiccheria con un destro dalla corsia sinistra da parte di Belfiori, pallone alto in diagonale; poco dopo bel tentativo di Locci dalla sinistra ben servito da Anedda, il suo destro di prima intenzione non passa distante dall’incrocio sinistro

5’ IVAN LEDDA! LA CHICCHERIA E’ IN VANTAGGIO SU UN GRAVISSIMO ERRORE DI CAMPAGNOLA! 0-1! Direttamente dalla propria porta Ledda con un rilancio apparentemente innocuo, Campagnola nel tentativo di colpire al volo liscia clamorosamente la palla che si insacca nell’angolino destro

6’ VALENTINO CAMPAGNOLA! PROPRIO LUI! SI RIFA’ SUBITO DALLA META’ CAMPO! PARI E PATTA! 1-1! Direttamente dal dischetto di metà campo Campagnola fa partire un mancino micidiale con palla che si infila sotto l’incrocio sinistro. Nulla da fare per Ledda

7’ OSCAR GARBATI! IL GENUIS L’HA RIBALTATA! 2-1! Paci dalla sinistra pesca in orizzontale il patron Garbati che da centrocampo infila nell’angolo destro. Ledda qui a spasso e nettamente in ritardo sulla palla, grave quanto l’errore di Campagnola in precedenza questo del portiere de La Chiccheria

9’ La risposta de La Chiccheria con una conclusione dalla destra di Locci sulla quale Campagnola rischia ancora grossissimo: pallone in corner alla sinistra del portiere

11’ Insiste con conclusioni dalla distanza La Chiccheria: su quella di Belfiori dalla destra è provvidenziale quanto rischioso l’intervento sotto porta di Melis con palla che s’impenna sopra la traversa

13’ Si avvicina alla porta La Chiccheria e sulla punizione dal limite di A. Piras battuta col destro c’è lavoro da fare per Campagnola che alza sopra la traversa

14’ Mina dalla distanza di Locci in una La Chiccheria che prende sempre più campo: pallone alto

18’ CALCIO DI RIGORE PER LA CHICCHERIA! P. Piras protegge palla sul lato destro in area e subisce sotto gli occhi di Ebau un calcetto da Paci. È rigore sacrosanto nonostante le proteste del giocatore in maglia blu: dal dischetto va Locci che col destro conclude centralmente, bravo e fortunato Campagnola che andando alla propria sinistra respinge con le gambe mantenendo il Genuis in vantaggio

19’ Interessante schema da fallo laterale per il Genuis: A. Piras batte dalla destra cercando P. Piras in mezzo, va in avvitamento il centravanti a cui però sfugge di arrivare sul pallone

20’ La Chiccheria non demorde: dalla destra A. Piras libera un destro potente ma centrale, Campagnola dice no in due tempi

21’ Torna a farsi vedere in avanti dopo diversi minuti il Genuis: punizione dalla sinistra battuta da Campagnola col mancino, Ledda fermo, la palla va sull’esterno della rete

25’ Lancio lungo di Masala per P. Piras che sul lato destro in area fa tutto bene stoppando e poi rovesciando verso l’angolo destro: fosse entrata sarebbe stato un capolavoro, ma ci vuole ben altro per sorprendere Campagnola

27’ pt PIERFRANCESCO BELFIORI! IN PIENO RECUPERO! LA CHICCHERIA L’HA RIPRESA! 2-2! Locci dalla sinistra apre centralmente per Anedda intelligentissimo ad attendere e servire sulla destra Belfiori che dal limite conclude col destro sorprendendo Campagnola con una conclusione per la verità non irresistibile. Pari e patta. Va detto per quanto visto in campo, pareggio meritato

28’ pt SQUADRE A RIPOSO SUL PARZIALE DI PARITA’ – La Chiccheria lato gioco ha fatto qualcosa in più, la formazione bianco azzurra paga però una serata non particolarmente brillante di Locci che sì ha avviato l’azione del 2 a 2 ma ha anche sbagliato un calcio di rigore; tanta garra per il Genuis che sta recitando la sua parte, e bene, soprattutto lato difensivo

26’ Buon avvio de La Chiccheria con un corner dalla destra battuto da Anedda che la tocca corta per P. Piras il quale dal limite cerca il mancino a sorprendere Campagnola sul suo palo, Melis allontana in maniera provvidenziale

28’ OSCAR GARBATI! LA DOPPIETTA PERSONALE DEL PATRON DI GENUIS! 3-2! Rimessa laterale battuta dalla sinistra da Paci lunghissima per Garbati che lavora spalle alla porta e in avvitamento la mette centralmente sotto la traversa, qui ancor più che di Ledda che non ci poteva fare granchè l’errore è stato del centrale difensivo, trattavasi probabilmente nella fattispecie di Fanari che doveva marcare Garbati ed invece si è preso il lusso di osservarlo da dietro, un lusso pagato a prezzo carissimo

29’ Reazione immediata de La Chiccheria con P. Piras che riceve a centro area e spalle alla porta lavora benissimo aprendo sul lato sinistro in area per A. Piras che calcia a botta sicuro col mancino trovando l’opposizione di Melis, sul proseguo della manovra palla a Locci che conclude in diagonale dal lato destro in area mandando di un nulla sul fondo

32’ Proteste di A. Piras e di tutta La Chiccheria che contestano Paci di simulare su un contrasto avvenuto al limite dopo una conclusione mancina dello stesso A. Piras: le proteste dei bianco celesti sono ingiustificate, rivedendo le immagini infatti in maniera del tutto casuale A. Piras dopo aver concluso incoccia sulle gambe del giocatore avversario che finisce a terra dolorante. Clima abbastanza teso tra le due squadre

34’ FEDERICO LOCCI! L’HA RIPRESA IL BEST PLAYER OVER50! 3-3! Splendido dai e via tra Locci e P. Piras con il primo che entra in area di rigore facendosi beffa di Melis e Dagnello, prima conclusione respinta da Campagnola lato palo destro ma la palla resta lì e ancora Locci non si fa pregare insaccando sotto la traversa

36’ Che occasione per La Chiccheria! P. Piras è ancora bravissimo spalle alla porta a far passare il fratello Aldo che dinanzi a Campagnola calcia di giustezza col mancino trovando l’attenta risposta del portiere. Brivido per Genuis

37’ In totale sofferenza il Genuis50: provvidenziale uno stanchissimo Paci che va a chiudere in corner il tentativo di P. Piras dalla sinistra di pescare il compagno smarcato dinanzi a Campagnola

39’ Velenosissima punizione battuta dalla distanza da Locci col destro, Campagnola deve impegnarsi e non poco alla sua sinistra

40’ Assedio, assedio totale de La Chiccheria a caccia del vantaggio: corner dalla sinistra battuto da Anedda che la gioca corta su P. Piras il quale restituisce a sua volta al compagno che serve centralmente Locci il quale vede centralmente A. Piras che prova il destro verso l’angolo alto destro, Campagnola si rifugia in fallo laterale; sul proseguo della manovra Fanari mette un pallone splendido in area per Belfiori che si gira e prova il destro trovando un muro vero e proprio in un eroico Paci

43’ Inizia ad accusare un po’ di stanchezza anche La Chiccheria che comunque ci prova: rimessa battuta dalla destra da A. Piras che pesca in orizzontale Belfiori, il suo mancino centrale viene alzato in out da Campagnola che poco prima aveva rischiato respingendo un po’ così e così una conclusione col destro dal limite da parte di A. Piras

44’ Paci e A. Piras non se le mandano a dire col secondo che protesta reo di aver ricevuto un “pugno” mentre il primo che dice di aver subito un insulto. Clima assai rovente

45’ Preziosissima verticalizzazione dalla sinistra di Locci che imbecca sul lato destro in area Belfiori ma è altrettanto preziosa e spettacolare la rimonta sul giocatore avversario da parte di Melis che non concede che il calcio d’angolo

46’ Vicinissima al vantaggio La Chiccheria con Belfiori che scende sulla destra, si divincola di Garbati e poi col destro in diagonale manda la palla di un niente sul fondo con Campagnola che mai ci sarebbe arrivato

47’ Improvvisamente è il Genuis a sfiorare il gol: lancio lungo con le mani da parte di Campagnola, Garbati lavora ancora benissimo spalle alla porta e spizza la palla quel tanto che basterebbe per mandare ko Ledda ma la sfera termina di un niente sul fondo sfiorando il montante sinistro. Ancora una volta malissimo in marcatura Fanari

48’ ANDREA ANEDDA! LA CHICCHERIA E’ MERITATAMENTE IN VANTAGGIO! 3-4! Punizione dalla destra battuta da Locci, uscita un po’ così di Campagnola con Anedda che ringrazia e un po’ fortunosamente a porta vuota la mette nell’angolo destro

49’ La Chiccheria spreca l’occasione per chiudere definitivamente i giochi: P. Piras dalla sinistra mette un cioccolatino in area per Locci che in avvitamento spiazza Campagnola ma la mette fuori rispetto l’incrocio sinistro, in netto ritardo nella circostanza Melis che ha rischiato tantissimo concedendo tutto quello spazio al giocatore avversario

50’ VALENTINO CAMPAGNOLA! IL GENUIS L’HA RIPRESA! INASPETTATAMENTE! 4-4! Tutto nasce da una rimessa laterale battuta dalla sinistra da Melis sulla quale l’intervento di Ledda non è dei migliori, la palla viene recuperata sulla destra da Garbati che in maniera anche un po’ fortunosa si guadagna un fallo per via di un tocco con un braccio di Locci; sul punto di battuta va Campagnola che fa partire un mancino micidiale il quale s’infila nell’angolo lontano riequilibrando la partita. Nella circostanza Ledda criticato da qualche compagno abbandona il campo in segno di protesta

52’ La Chiccheria vuole tornare in vantaggio: sugli sviluppi di un corner battuto dalla destra da Masala la palla arriva al limite per P. Piras che calcia al volo col destro, palla di pochissimo sul fondo a lato del palo destro; sul successivo corner ancora un pericolo per Genuis50 con A. Piras che va giù al limite trovando un interessantissimo calcio di punizione sul quale c’è il destro fulminante di Locci che impegna e severamente Campagnola alla sua destra ad un intervento clamorosamente importante

53’ DOPO DUE MINUTI DI RECUPERO ARRIVA IL TRIPLICE FISCHIO, SI VA AI CALCI DI RIGORE! La Chiccheria decisamente più sprecona, il Genuis50 ha approfittato degli spazi che gli sono stati concessi. Ai punti e quindi contando le occasioni da gol i bianco celesti avrebbero meritato di più ma si sa, nel calcio con i se e con i ma non si vincono le partite né tanto meno si portano a casa i punti. Decisivi i calci di rigore

PIER PAOLO PIRAS NON SBAGLIA! 0-1 LA CHICCHERIA! Spiazzato Campagnola che si tuffa alla sua sinistra

ALESSANDRO BOSCO! FREDDISSIMO! 1-1 GENUIS! P. Piras va per l’angolo sinistro e viene malamente spiazzato

Che volo di Campagnola! Negato il 2 a 1 a La Chiccheria con un balzo spettacolare verso l’angolo destro

STEFANO PACI! IL GENUIS E’ AVANTI! 2-1! Destro pericolosissimo il suo perché prima di infilarsi tocca il montante sinistro

Tradisce ancora Locci! La Chiccheria ora rischia grosso. Secondo rigore di serata sbagliato per lui

Campagnola spreca dal dischetto provando a segnare l’eurogol col mancino e rimediando solo tanta delusione per lui e i suoi compagni. Il Genuis50 è comunque ancora avanti 2 a 1

Campagnola si fa subito perdonare tuffandosi alla sua destra e respingendo la conclusione col destro da parte di Belfiori

GIANFRANCO MELIS! 3-1 GENUIS50 CHE SI LAUREA CAMPIONE NELLA CATEGORIA OVER50! Melis va col mancino insaccando alla sinistra di P. Piras a cui non basta sfiorare la palla per evitare la rete

IL POST PARTITA

È chiaro che quando su cinque rigori avuti a disposizione compreso anche quello durante i 50’ regolamentari ne segni solo due beh, non è proprio la tua serata fortunata. La Chiccheria ha fatto bene con alcuni singoli, vedi P. Piras e vedi Belfiori su tutti ma ha tradito con quello che doveva essere l’uomo in più: Locci, per lui ben due calci di rigore sbagliati e ok che un giocatore non si giudica da un calcio di rigore come diceva la celebre canzone, ma qui non si tratta solo di rigori ma di prestazione a tutto tondo. Nel Genuis50 encomiabile la prestazione di Paci ma anche quella di Melis che è poi manco a farlo apposta, andato a battere il calcio di rigore che ha concesso alla squadra di Garbati di vincere il premio.

IL TABELLINO

GENUIS50: Campagnola 7,5; Paci 7,5; Melis 7; Pisano 6,5; Rossi 6,5; Lecis 6; Dagnello 7; Moscatelli sv; Bosco 6; Garbati 7.

LA CHICCHERIA: Fanari 5,5; Ledda 5; Masala 6; Belfiori 7,5; Locci 5,5; Piras A. 7; Anedda 7; Piras P. 7

ARBITRO: Ammirevole – Ebau   

MARCATORI: 5’ Ledda (C); 6’-50’ Campagnola (G); 7’-28’ Garbati (G); 27’ pt Belfiori (C); 34’ Locci (C); 48’ Anedda (C);

AMMONITI: 37’ Paci (G)

ESPULSI:

BEST PLAYER: Paci (G)

BEST GOALKEEPER: Campagnola (G)

LE PAGELLE – GENUIS50

VALENTINO CAMPAGNOLA VOTO 7,5. È un po’ come il trenino degli orrori che mettevano alla Fiera di Cagliari qualche anno fa. C’è il momento in cui ti spaventi e il momento in cui non ti spaventi. Il gol del 4 a 4 finale per gli avversari non è uno spavento ma un incubo a occhi aperti. DRACULA.

STEFANO PACI VOTO 7,5. Primo tempo un po’ così e così. È tanto irruento Stefano che concede un ingenuo calcio di rigore per poi crescere a dismisura nel secondo tempo nonostante un fiatone da record. Mura per ben due volte due conclusioni a colpo sicuro degli avversari nella propria area. CAPITANO DELLA CIURMA.

GIACINTO DAGNELLO VOTO 7. È uno dei volti noti di questa squadra anche perché era all’esordio tra gli Over50. Un esordio più che discreto per lui che talvolta si prende anche il lusso di giocare la carta del tecnicismo e la gioca con disinvoltura, quasi perfezione. Una sorpresa questa sera. RHUM.

OSCAR GARBATI VOTO 7. Palloni giocabili oggettivamente ne ha veramente pochi ma di quei pochi ne trasforma uno pesantissimo che è la risposta all’ottimo inizio di secondo tempo da parte della formazione avversaria. Poco ci manca che si ripeta ancora con un colpo di testa spalle alla porta. PULLMAN SCOPERTO.

GIANFRANCO MELIS VOTO 7. Anche lui così come Paci si danna l’anima e getta il cuore ben oltre l’ostacolo. Non ha magari la garra del compagno appena citato ma certamente quello che gli manca lato corsa lo mette in intelligenza cercando sempre di arrivare in anticipo sul giocatore avversario. TRATTORE.

DAVIDE PISANO VOTO 6,5. Il mister della squadra padrona di casa lo schiera sulla corsia destra a partita in corso per cercare di dare un po’ di respiro ai titolarissimi. Davide ricambia con qualche chiusura attenta e senza farsi mettere l’anello al naso da chi passa da quelle parti. OK IL PREZZO E’ GIUSTO.

MAURIZIO ROSSI VOTO 6,5. Gioca qualche minuto in più rispetto al compagno appena citato, Pisano, ma la pagella è sostanzialmente una fotocopia. Maurizio rispetto a Davide può fare certamente dell’altezza uno dei suoi punti di forza. Un po’ disorientato nella ripresa viene spesso aiutato dal più forzuto Paci. CLESSIDRA.

ALESSANDRO BOSCO VOTO 6. Parte bene nel primo tempo quando schierato da laterale si mette a disposizione dei compagni. Presto però sparisce dal campo senza lasciare grossa traccia. Niente di negativo sia chiaro ma da uno come lui ci saremmo aspettati qualcosa di più. CETRIOLO.

FRANCESCO LECIS VOTO 6. La sua è una sufficienza data più sulla fiducia, più sul curriculum di questo ragazzo che potrebbe tranquillamente essere il vice presidente dietro Garbati per come fedelmente ha seguito il proprio capitano di ventura. Nessuna sbavatura durante i minuti giocati. Si merita il premio più di altri. LUNGA VITA.

LE PAGELLE – LA CHICCHERIA

PIERFRANCESCO BELFIORI VOTO 7,5. Decisamente il migliore in campo tra le fila dei bianco azzurri. È proprio lui il primo a provarci tra le fila della sua squadra con un destro che si perde alto. Gli piace inserirsi e non dar punti di riferimento tanto che capita molto spesso che cambi fascia. Gli manca forse un pochino di freddezza. MOSCA.

ANDREA ANEDDA VOTO 7. L’ex 4 Mori Service gioca con grande intelligenza ed è simpaticissimo dopo il suo gol il siparietto con Garbati, i due si conoscono. Un siparietto che avremmo voluto vedere in generale e che invece tra tanti non si è concretizzato. Bada al sodo molto più di quanto non facciano altri compagni. ROSSO DI SERA.

ALDO PIRAS VOTO 7. Ribatte colpo su colpo quando c’è da litigare, passateci il termine, con Paci, e questa non è certo una nota di merito anzi semmai di demerito vista la qualità e l’esperienza di questa persona. Lato prestazione è uno di quelli che corre di più ma al netto della corsa pesa il gol divorato sotto porta al 4’ della ripresa. POLVEROSO.

PIERPAOLO PIRAS VOTO 7. La sua prestazione è simile a quella di Garbati, pivot della formazione avversaria, ma tra i due esiste una differenza: il gol. La difesa del Genuis gli lascia pochissimo spazio ma nonostante ciò riesce comunque a muoversi bene e servire palloni interessanti ai compagni vedi il gol di Locci. SPADACCINO.

GIUSEPPE MASALA VOTO 6. Si piazza da centrale quando per aiutare i compagni di squadra quando per avviare l’azione della formazione bianco azzurra. Dà qualche certezza in più rispetto ad altri compagni e anche quando mette piede nella metà campo avversaria ha modo di creare qualche pericolo. MENTE TENEBROSA.

GIGI FANARI VOTO 5,5. Si fa notare più per la protesta a metà secondo tempo che non per altre cose, oggettivamente poco, veramente poco. Un cioccolatino splendido per Belfiori è l’unica cosa per cui si fa apprezzare, per il resto la marcatura su Garbati è decisamente rivedibile ad andarci leggeri. PRECIPITOSO.

FEDERICO LOCCI VOTO 5,5. Sì combina qualcosa ma rimane sempre qualcosa di poco. Da Federico non ci aspettavamo, proprio non ci aspettavamo che toppasse la gara più importante. Si porta a casa il titolo di miglior giocatore e il titolo di capocannoniere ma sono premi amarissimi dinanzi ai rigori sbagliati. BRICIOLA.

IVAN LEDDA VOTO 5. L’avvio di partita col suo gol su errore di Campagnola fa presagire a una serata eroica per lui ed invece il portiere avversario gli rifila subito il botta e risposta. Gravissimo l’errore in occasione del temporaneo 2 a 1 di Garbati ma per il resto effettivamente è decisamente troppo bistrattato dai compagni. PERDUTO.

Giacomo Uccheddu