AT League2020/21
(Maschile)
Calcio a 7

2^ PGS Midsummer Cup

Archivio news 14/08/2021

LONGOBARDA – GOLD CAFFE 3 – 4

Suicidio Longobarda nei minuti finali: Lai e Paulis regalano il successo ai blancos

IL PRE PARTITA

La Finale del Midsummer Cup va a semi chiudere la stagione 2020-21 targata AT League in attesa che termini la Final Season Cup di calcio a 7, questa a metà Settembre. In campo si trovano due squadre estremamente importanti. La Longobarda in Semifinale ha avuto la meglio di F.C. Borussia Cagliari mentre Gold Caffè ha eliminato dopo i calci di rigore l’MG10 Team. Uno sguardo alle formazioni: tra le fila dei padroni di casa pesante assente di Viola nel reparto arretrato, a centrocampo è out Corona, in avanti assente Pisano; dalla parte opposta patron Zara deve rinunciare al difensore Cao e al centrocampista Vincis. Arbitri del match sono i signori Angelo Ammirevole e Massimiliano Pilia.

CRONACA LIVE

1’ FEDERICO SQUICCIARINI! AVVIO SHOCK PER IL GOLD CAFFE! 1-0 LONGOBARDA! Pinna dalla destra cambia tutto sul versante opposto per Pancotto che appoggia centralmente per Squicciarini il quale privo di marcatura prova il destro dalla distanza, è una sassata che si insacca alla destra di Piga forse nella circostanza partito in ritardo anche perché non era semplice aspettarsi un tiro da là

4’ IMMEDIATO PARI DEL GOLD CAFFE! CRISTIAN PISANO! TUTTO DA RIFARE PER LA LONGOBARDA! 1-1! Lai dalla corsia sinistra trova centralmente Zara che lavora bene spalle alla porta servendo in orizzontale Pisano il quale col mancino infila alla destra di Lecca in questa circostanza forse troppo decentrato tra i pali, ma tant’è, uno a uno

5’ Gioca bene il Gold Caffè: Paulis dalla destra taglia tutto il campo trovando dalla parte opposta Lai che col mancino la mette sul lato destro in area per Zara il quale arriva di prima intenzione non trovando per una questione di centimetri lo specchio della porta

6’ Prova a rispondere la Longobarda con fraseggi veloci: Pancotto quasi al limite trova Liccardi appena decentrato sulla sinistra, chiuso il patron bianco rosso prova un destro abbastanza velleitario

7’ CALCIO DI RIGORE PER IL GOLD CAFFE! Lancio di Zara per Pisano che riesce a fuggire ad Amoroso dopo che questo sbaglia tutto di testa, il centrale difensivo bianco rosso poi tocca lievemente l’avversario che finisce a terra e per Angelo Ammirevole ci sono gli estremi per la concessione del calcio di rigore. A rivedere le immagini il rigore ci poteva effettivamente stare ma non sembra così netto. Si perdono tanti secondi: la Longobarda chiede che venga assegnata la punizione in quanto ad avviso dei padroni di casa il fallo è avvenuto fuori area, in questo senso le immagini sono chiare, se fallo andava fischiato era calcio di rigore e non punizione. Dal dischetto va lo specialista Paulis che calcia quasi da fermo col destro, conclusione piuttosto potente ma non così angolata alla destra di Lecca che in tuffo riesce a respingere mandando in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina di cui dalla sinistra si occupa proprio Paulis sul lato destro in area arriva la frustata di testa da parte di Zara che impegna severamente

10’ Insiste il Gold Caffè a caccia del vantaggio: punizione dal limite in posizione defilata sulla destra della quale si incarica Torrente che tocca corto per Pisano il cui mancino viene ben respinto da Lecca che nella circostanza aveva deciso sia pure rischiando di andare incontro alla palla anziché di stare tra i pali; sugli sviluppi della rimessa laterale dalla destra che ne segue, Torrente col mancino pesca splendidamente sulla sinistra Lai che incorna di testa verso l’angolo vicino andando a impegnare ancora una volta Lecca

12’ Break della Longobarda: Pancotto dalla sinistra trova centralmente Rais che spara col destro verso l’angolino sinistro, ci mette una pezza Melis che riesce a spedire in calcio d’angolo evitando guai a Piga

16’ GABRIELE PANCOTTO! CHE GOL HA FATTO! LA LONGOBARDA TORNA IN VANTAGGIO! 2-1! Non benissimo Liccardi in mezzo al campo ma è fortunato perché Lai fa peggio di lui e allora nuovamente Liccardi serve sulla sinistra Pancotto che se la alza col destro e sempre col destro lascia partire una fucilata terrificante sulla quale Piga neppure prova il tuffo, il pallone si insacca imparabilmente nell’angolino destro

17’ Prova a firmare il tris la Longobarda con un Gold Caffè ora in chiara difficoltà: Pinna sulla sinistra serve lungo linea Rais il quale a sua volta trova centralmente Pancotto che va col destro a cercare l’angolo alla destra di Piga, ci mette una pezza Torrente che gli mette palla in corner

20’ PALO LONGOBARDA! Continua a soffrire tantissimo il Gold Caffè: Tarquini non controlla benissimo la palla in mezzo al campo ma riesce comunque a trovare in orizzontale Amoroso che finta col mancino e spara col destro, palla in pieno contro il montante sinistro. Sfortunati i bianco rossi

21’ Risveglio improvviso del Gold Caffè che va vicino al pari: Paulis riceve centralmente dalla destra e conclude improvvisamente col destro, Lecca sembra nettamente in ritardo sulla palla, buon per lui che la stessa termini sul fondo non di molto rispetto al palo sinistro

23’ Torna a farsi vedere in avanti la Longobarda: tentativo su punizione dalla sinistra battuta da Rais che prova il destro a oltrepassare la barriera, pare leggermente sorpreso Piga il quale comunque vede la palla terminare sul fondo alla sua destra; subito dopo Rais ci riprova dal lato destro in area servito da Pinna, conclusione in questa circostanza murata da Lai; a intervallo tra queste due occasioni leggera protesta del Gold Caffè per un atterramento ai danni di Pisano in piena area di rigore presumibilmente commesso da Amoroso, in questo caso però non c’era nessun estremo per la concessione del calcio di rigore, intervento che ci era parso regolare

26’ pt CRISTIAN PISANO! GOLD CAFFE L’HA RIPRESA! 2-2! Ancora un Amoroso decisamente troppo irruento commette fallo sulla destra regalando un calcio di punizione agli avversari: alla battuta va Paulis che tocca corto col destro per Pisano che salta un uomo andatogli addosso presumibilmente Tarquini, resiste anche alla carica di un altro avversario e col mancino scarica alla sinistra di un incolpevole Lecca ingannato per giunta da una deviazione a centro area probabilmente di Rais

27’ pt SQUADRE A RIPOSO DOPO UN MINUTO DI RECUPERO, RISULTATO DI PARITA’ TUTTO SOMMATO GIUSTO – La Longobarda attacca più spesso e ha sempre modo di rendersi pericolosa, il Gold Caffè attacca un po’ meno ma a livello di gioco sta facendo meglio dei bianco rossi. La squadra di Liccardi può rimpiangere il fatto che sta concedendo troppi falli in zona area di rigore mentre il Gold Caffè se può avere un rimpianto è quello di avere fallito un calcio di rigore

26’ Immediatamente pericolosa la Longobarda: punizione battuta dalla metà campo da Amoroso e dalla quale scaturisce anche l’ammonizione a Pisano, palla larga sulla destra per Squicciarini che percorre qualche metro poi col destro scarica un diagonale insidiosissimo con Piga bravo ad andare a terra e mettere in calcio d’angolo

27’ Longobarda in pressione in questo avvio di ripresa: la palla arriva sul lato destro in area per Cuboni e ancora una volta è Piga a salvare il Gold Caffè; Piga protagonista anche qualche secondo più tardi quando in allungo con la gamba destra dice di no al diagonale dalla destra di Rais che era stato imbeccato da Pancotto

28’ È un vero e proprio assedio quello della Longobarda: destro di Pancotto dalla distanza, Piga in tuffo alla sua sinistra concede solo il tiro dalla bandierina; pochi istanti dopo lo stesso Piga può rifiatare ma ha ancora bisogno di andare in tuffo alla sua destra per sventare il minaccioso destro dalla distanza di un ottimo Squicciarini

29’ Ad attaccare manco a dirlo è la Longobarda: Tarquini verticalizza per Squicciarini che dal limite fa partire un destro che insidia Piga costretto alla respinta alla propria sinistra, tantissimo lavoro da fare in questo avvio di secondo tempo per l’estremo difensore

30’ Buona occasione per Cuboni che riceve al limite in posizione centrale dalla destra e spara un destro a effetto preciso quanto violento, stavolta a Piga si sostituisce Torrente che ci mette la schiena salvando la formazione ospite. Primi cinque minuti del secondo tempo letteralmente a senso unico

31’ Torna a farsi vedere in avanti il Gold Caffè: si fa per dire però perché Torrente dalla distanza cerca più un lancio per un compagno che non una conclusione, Lecca rischia moltissimo sottovalutando la traiettoria e il pallone termina sul fondo sfiorando la parte esterna della porta

32’ Occasionissima per il Gold Caffè su un corner dalla destra battuto in maniera scellerata da Tarquini: Rega avanza centralmente e viene imbeccato dalla sinistra, ha la meglio di Squicciarini ma dal limite col destro manda altissimo. In ripresa la formazione in maglia bianca

33’ Sta riprendendo campo il Gold Caffè: mancino dalla corsia sinistra di un Torrente a cui viene lasciato troppo spazio, la palla termina alta

36’ Momento di stanca per ambo le squadre ma a provarci è la Longobarda: Pancotto riceve sugli sviluppi di una rimessa laterale dalla destra e dopo essersi stoppato la palla prova il destro dalla distanza, il pallone sorvola non di molto l’incrocio destro

37’ Furibonde proteste del Gold Caffè al limite dell’area di rigore, ma spieghiamo meglio: Pinna sulla propria metà campo gioca una palla come peggio non potrebbe, stanchissimo il numero 10 in maglia bianco rossa, Zara si inserisce benissimo e verticalizza per Pisano la cui maglia viene trattenuta al limite da Cuboni. Il Gold Caffè chiede il cartellino rosso per l’avversario il cui intervento rivedendo l’azione sembrerebbe comunque sul pallone ma a prescindere da quel che prende con i piedi Cuboni trattiene vistosamente per la maglia l’avversario. Ammirevole opta per l’ammonizione, non la prende benissimo Piga. Episodio che fa sicuramente discutere. Sul calcio di punizione che ne segue violento destro di Paulis murato proprio da Pinna che dunque si fa parzialmente perdonare l’errore dal quale era scaturita proprio l’assegnazione della punizione; l’azione della formazione in maglia bianca non è ancora finita però perché Torrente dalla destra arma il mancino in mezzo per Paulis che conclude ancora una volta col destro, stavolta il pallone si perde però alto

39’ Prova a farsi rivedere in avanti una Longobarda molto stanca: angolo dalla destra di Rais, pallone dalla parte opposta per Squicciarini che si coordina benissimo ma calcia altrettanto male col destro con palla che termina addirittura in fallo laterale nei pressi del calcio d’angolo destro

41’ FRANCESCO LICCARDI! LA LONGOBARDA E’ TORNATA IN VANTAGGIO! 3-2! Andiamo con ordine però perché prima di tutto Liccardi nella Longobarda era stato bravo a lavorar palla sulla destra in mezzo a due e trovare centralmente Pinna: fermata la palla col destro da l’ex Madrink e col medesimo piede la indirizzava verso l’incrocio destro, Piga in volo riusciva a respingere più per i fotografi che altro visto che la conclusione a rivederla non sembrava proprio indirizzata in porta; Gold Caffè che poi si guadagnava un calcio di punizione perché Liccardi commetteva fallo in attacco, punizione battuta malissimo con la formazione bianco rossa che recuperava palla e avanzava sulla destra con Pinna a dar palla per Liccardi il quale entrava in area e col destro fulminava Piga in diagonale. Gol che potrebbe essere decisivo visto che mancano meno di dieci minuti al termine della partita

43’ Gold Caffè completamente chiusa adesso deve provarci dalla distanza: Lai dalla destra mette centralmente per Zara che vedendo Lecca leggermente fuori dai pali prova il destro, deviazione del portiere sopra la traversa, concede dunque un corner la formazione bianco rossa

45’ Male Lecca nella Longobarda: l’estremo difensore prima esce a farfalle su un corner dalla destra di Torrente poi liscia completamente la palla sulla rimessa battuta dalla sinistra da Paulis e buon per lui ed i compagni che nessun avversario riesca ad approfittarne. L’estremo difensore si fa perdonare pochi secondi dopo quando con un rilancio lungo trova nella metà campo avversaria Pinna che di testa allunga per Rais il quale chiude il triangolo col compagno: mancino a botta sicura di Pinna con Zara che si immola salvando letteralmente il Gold Caffè poi è Lai il primo ad arrivare sulla palla e sbrogliare la matassa prima che Rais possa creargli problemi

47’ FILIPPO LAI! HA PAREGGIATO IL GOLD CAFFE CON UNA RETE MOSTRUOSA! 3-3! Riavvolgiamo il nastro: Pisano si guadagna un interessante calcio di punizione dal limite in posizione appena defilata sulla destra, tocco corto di Torrente per lo stesso compagno che si divincola in bello stile di Liccardi poi spara col mancino, Lecca in qualche modo riesce a deviare alla propria sinistra mettendo palla in corner. Prova il tutto per tutto adesso il Gold Caffè che va a battere un corner dalla destra con Paulis che poggia corto su Torrente il quale prova a concludere direttamente in porta con un mancino murato, la palla rimane però in possesso della formazione ospite con Pisano che dopo una finta su due giocatori avversari apre col mancino per Torrente il quale col tacco apre a sua volta splendidamente al limite in posizione defilata sulla destra per Paulis che mette in mezzo un pallone che Lai trasforma in maniera sontuosa col tacco alla destra di un Lecca che non poteva farci assolutamente niente. Nella circostanza Amoroso era andato a provare a chiudere su Paulis mentre Pancotto è rimasto a guardare Lai

48’ GIANMARCO PAULIS! 3-4 GOLD CAFFE! ROBA DA NON CREDERE! Prima del vantaggio della formazione ospite c’era stata però la risposta immediata da parte della Longobarda con Squicciarini che si era accentrato dalla sinistra e poi aveva sparato un formidabile destro indirizzato verso l’incrocio destro: sfortunatissimo Rais che si era trovato in traiettoria e si era sostanzialmente aggiunto a difensore del Gold Caffè. Non poteva che ringraziare Piga il quale poi andava a rimettere dal fondo trovando alla sua sinistra Torrente: lancio col contagiri a cercare Pisano anticipato nella circostanza da Amoroso che però non riusciva ad arrivare sul pallone che lo scavalcava, pallone stesso per Paulis che da appena dentro l’area di rigore dimenticato da Squicciarini saltava un Lecca uscito in maniera scellerata e metteva la palla sotto la traversa per il tripudio della formazione ospite

50’ Avanti con la forza della disperazione la Longobarda che si guadagna una rimessa laterale dalla destra: pallone battuto verso il secondo palo dove Pinna cerca il tocco col mancino non riuscendo però a piazzarla alle spalle di Piga, arrabbiatissimo nella circostanza Rais che voleva la palla; dalla parte opposta Torrente va alla battuta di una rimessa dalla sinistra ancora col contagiri col mancino, Melis la sfiora appena a centro area quel tanto che basta per mettere grossi problemi a Lecca costretto in due tempi alla sua destra

51’ IL GOLD CAFFE E’ CAMPIONE DEL MIDSUMMER CUP AL TERMINE DI UNA RIPRESA VIETATA AI DEBOLI DI CUORE – Oltre il cuore, oltre ogni cosa il Gold Caffè ha vinto questo titolo. Ancora dei grossi errori là dietro per la Longobarda che hanno permesso alla formazione in maglia bianca di rimontare ma l’errore più grosso, quello più grave, lo ha commesso Pinna, sì perché se il bomber avesse insaccato il 4 a 2 adesso staremmo parlando di ben altro risultato

IL POST PARTITA

La Longobarda esce dal campo col rimpianto di chi sa di avere avuto le occasioni, il rimpianto di chi sa che questa gara si poteva vincere. Il Gold Caffè ha messo in campo tutto quello che aveva, ringrazia Piga per i miracoli di inizio ripresa e ringrazia anche i suoi difensori: il terzetto composto da Lai, Torrente e Zara questa sera semplicemente perfetti. Il Gold Caffè succede ai Peaky Blinders GDC nell’albo d’oro della competizione, e fa strano a dirlo ma tra i campioni in carica c’erano sia Bruno Piga sia Cristian Pisano, è proprio il caso di dire che questa è la loro competizione

IL TABELLINO

LONGOBARDA: Lecca 6,5; Amoroso 5,5; Tarquini 6; Pancotto 6; Pinna 6; Cuboni 6; Rais 6,5; Squicciarini 6,5; Liccardi 6,5.

GOLD CAFFE: Piga 7,5; Corona sv; Torrente 8; Rega 6; Paulis 8; Melis 6,5; Lai 8; Zara 8; Pisano 8.

ARBITRO: Ammirevole – Pilia     

MARCATORI: 1’ Squicciarini (L); 4’-26’ pt- Pisano (G); 16’ Pancotto (L); 41’ Liccardi (L); 47’ Lai (G); 48’ Paulis (G)

AMMONITI: 19’ Liccardi (L); 26’ Pisano (G); 37’ Cuboni (L)

ESPULSI:

BEST PLAYER: Pisano (G)

BEST GOALKEEPER: Piga (G)

LE PAGELLE – LONGOBARDA

STEFANO LECCA VOTO 6,5. Comincia discretamente bene nel primo tempo anche se sembra partire in ritardo in occasione del temporaneo 1 a 1 di Pisano. Disarciona il calcio di rigore di Paulis e la sua media voto va alle stelle. Nel secondo tempo però forse perde concentrazione e negli ultimi minuti non è più lui. IN AFFANNO.

FRANCESCO LICCARDI VOTO 6,5. Non farà tantissimo ma là davanti ha quel balzo, quell’acuto che vale il gol del temporaneo 3 a 2 e di conseguenza un sogno per la formazione bianco rossa. Si slancia un po’ troppo sulle punizioni avversarie dimostrando di non avere grossi attitudine difensive. Gioca 15’ buoni dolorante. CAIMANO.

MATTIA RAIS VOTO 6,5. Così come Pinna parte bene e i due duettano spesso e volentieri tanto che capita più vederli duettare in campo che non su Instagram. Mattia non ha tanti palloni giocabili in avanti. Sfortunato a fine primo tempo quando devia in gol il mancino di Pisano, altrettanto nel finale su Squicciarini. PETALO DI ROSA.

FEDERICO SQUICCIARINI VOTO 6,5. Si presenta con un missile che fulmina Piga e non potrebbe sinceramente iniziare meglio. Nel finale rovina un po’ la sua media voto, non necessariamente per colpe sue quando va a cercare il 4 a 3 e viene murato da Rais; successivamente non segue Paulis e la combina molto grossa. SMEMORANDIA.

NICOLA CUBONI VOTO 6. Il suo ingresso serve a dare maggiore respiro alla metà campo bassa. Per “colpa” di un erroraccio in fase di avvio della manovra da parte di Pinna poco ci manca che debba abbandonare il campo dopo pochi minuti dal via del secondo tempo. Soffre, e non poco, i lanci lunghi di Torrente. STRAPIOMBO.

GABRIELE PANCOTTO VOTO 6. Ci si aspettava che potesse essere affaticato dalla Finale di Mercoledì sera ed invece comincia benissimo trovando un gol che lascia esterrefatto Piga e tutti gli addetti ai lavori. Rischia di concedere il bis nel secondo tempo ma quasi allo scadere si dimentica di Lai che lascia il segno col 3 a 3. STRADA INTERROTTA.

DAVIDE PINNA VOTO 6. Duetta bene con i compagni ed in particolare nella prima frazione l’ex Madrink va veramente forte riuscendo quasi a far innervosire gli avversari con tocchi sempre precisi ed intelligenti. Fa spesso partire lui l’azione poi però nella ripresa sbanda leggermente e si divora il punto del 4 a 2. MANI IN TESTA.

LUCA TARQUINI VOTO 6. Comincia dalla panchina poi quando entra non dispiace. Il suo fisico piuttosto mingherlino non lo agevola sicuramente nei contrasti con il veloce quanto possente Pisano così come un giocatore come Rega. Non lascia comunque traccia negativa di sé. ELETTROCARDIOGRAMMA.

GUIDO AMOROSO VOTO 5,5. Sfrutta discretamente i centimetri ma quando è costretto ad allargarsi sulla sinistra commette una serie di falli infiniti: nel primo tempo prima è causa del calcio di rigore poi del calcio di punizione da cui nasce il punto del 2 a 2. Nel finale manca la palla che poi si rivelerà decisiva per il 3 a 4. A FUNGHI.

LE PAGELLE – GOLD CAFFE

FILIPPO LAI VOTO 8. Molto bene là dietro dove rischia poco e niente tanto da annichilire Rais quando passa dalle sue parti. Non avrebbe comunque raggiunto un voto così alto se non fosse stato per quella magia, quella prodezza d’altri tempi che regala ai suoi la convinzione di potercela ancora fare. BIANCONIGLIO.

CRISTIAN PISANO VOTO 8. È lui il migliore in campo della squadra in maglia bianca sia pure la decisione non sia stata delle più semplici perché anche Zara lo meritava. La differenza tra i due? Pisano gioca una gara al limite della perfezione guadagnandosi una mare di falli ma soprattutto sbattendo la palla in fondo al sacco. DOBERMAN.

MARCO TORRENTE VOTO 8. Questo ragazzo partecipa da tanti anni ai nostri campionati ma pensiamo di non sbagliarci nel dire che stasera ha fornito una prova che mai prima d’ora aveva fornito. Lanci col mancino che sono lame taglientissime e poi quel tacco che libera Paulis nella manovra che porta al 3 a 3: sublime. ACQUOLINA.

GIANMARCO PAULIS VOTO 8. Beh da uno specialista come lui non ci aspettavamo proprio che fallisse il calcio di rigore del temporaneo 2 a 1 ed invece il calcio dimostra ancora una volta di saperci sorprendere. Nel finale prima disegna una formidabile palla per Lai poi con freddezza da bomber insacca il gol della vittoria. ZONA CESARINI.

DANIEL ZARA VOTO 8. Comincia da centrocampista offensivo facendo anche molto bene: prima disegna l’assist per il temporaneo 1 a 1 di Pisano poi va due volte vicino al vantaggio prima col destro poi di testa. Forse stanco, nel secondo tempo preferisce giocare da difensore e farcisce una chiusura decisiva su Pinna. RADAR AEROPORTUALE.

BRUNO PIGA VOTO 7,5. Parte nettamente in ritardo sul gol del temporaneo 1 a 0 di Squicciarini sul quale qualche responsabilità pare avercela. Su Pancotto ben poco poteva farci invece. Salvato a più riprese dai compagni nella prima frazione, nella ripresa entra in campo anche lui e chiude la saracinesca. CALI IL SIPARIO.

FRANCESCO MELIS VOTO 6,5. Non tantissimi i minuti a sua disposizione. Dimostra grande carattere quando va a sfidare anche due, tre avversari alla volta e la cosa buona per lui e per la squadra è che non c’è modo di rubargli il pallone. Nel finale a momenti chiude la partita con un irriverente colpo di testa. SFRUTTATO A DOVERE.

MARCO REGA VOTO 5,5. Nel primo tempo passa tanto tempo in panchina, si riscalda ma alla fine non entra in campo. Lo vediamo dentro a inizio ripresa quando inizialmente si fa notare per una protesta sin troppo accesa contro Pilia. Ha una buona palla in contropiede ma la spreca malamente. Non arriva alla sufficienza. LASCITO PASSARE.

Giacomo Uccheddu