Archivio news 09/08/2019

New Home Design - FFC-Esports 3 - 4

New Home, l'incubo delle Finali continua

IL PRE PARTITA
Si chiude la Summer Cup LDC Serie A, lo fa sul campo di Don Bosco a Selargius. La New Home Design, non nuova a Finalissime nei nostri campionati, affronta FFC-Esports, le due in Semifinale hanno superato rispettivamente Borussia Cagliari e Sant’Effisi ma il vero colpo la formazione di Ortu lo ha fatto nei Quarti mandando fuori il favorito Atletico Cagliari. Uno sguardo ai due schieramenti: padroni di casa di Lorrai, infortunato, sulla linea dei difensori, a centrocampo assenti Piras, Cocco e Nucifora; dalla parte opposta i nero verdi non hanno a disposizione i fantasiosi Cossu e Lobina rispettivamente centrocampista e attaccante.

LA CRONACA
La finale della Serie A Summer Cup non poteva che esser equilibrata, con le compagini che si equivalgono. Pinna prova ad accendere la scintilla per i suoi, Pani si distente e respinge la conclusione del n.10 avversario. Sul versante opposto Napoli calcia a botta sicura ma Mameli compie un grande intervento e nega la gioia del gol. Ci prova anche L.Porcu, tra i più propositivi di questo inizio match per il New Home Design, la cui staffilata si spegne di poco sul fondo. Stesso destino per la conclusione di Asquer, con la sfera che esce ad un soffio alla sinistra di Mameli. Al 13' L.Porcu viene atterrato in area dall'uscita dell'estremo difensore: per il direttore di gara Cabras non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Stocchino si presenta sul dischetto e con freddezza batte Mameli. L'FFC non demorde e al 19' Pigliacampo si inventa il pari direttamente da calcio piazzato, la sfera prende una traiettoria impossibile lasciando Pani interdetto. La ripresa regala sin da subito emozioni e al 32' Pigliacampo porta avanti i suoi, ancora su punizione, Pani non vede arrivare la palla in tempo oscurato dalla presenza di Ortu. Il New Home si riaffaccia dalle parti di Mameli con Asquer, conclusione del n.3 e palla che esce di poco a lato facendo correre un brivido freddo all'FFC. Gli ospiti si fanno pericolosi con Ortu che riesce a tenere palla e a servire l'accorrente Pinna la cui conclusione si stampa con violenza sulla traversa. Porceddu si ritrova sui piedi l'occasione per il 3-1 ma Pani riesce a salvare i suoi. Ma, come spesso accade, a gol sbagliato corrisponde gol subito e al 43' F.Porcu pareggia i conti. Soli 3' più tardi Cuboni viene atterrato in area da Asquer e Cabras, con sicurezza, decreta il secondo penalty: sul punto di battuta Pinna indirizza la sfera nell'angolino, Pani intuisce ma non riesce ad arrivarci. Al 48' Ortu fa tutto da solo e dopo una bella azione personale lascia partire un diagonale che prende in controtempo Pani che si insacca alla destra del portiere. Quasi allo scadere L.Porcu si procura il terzo calcio di rigore di giornata, suo secondo personale, realizzato con freddezza da Stocchino. Ormai non c'è più tempo per provare un'incredibile rimonta, l'FFC/ E-sports conquista il trono della Serie A Summer Cup LDC.

IL POST PARTITA
Dopo il calcio di rigore trasformato nei primi minuti da Stocchino e avere esercitato una lieve supremazia, nessuno avrebbe immaginato una rimonta di FFC-Esports sino a quel momento non particolarmente inferiore alla squadra avversaria ma certamente troppo macchinosa là davanti. Il gol del pari di Pigliacampo oltre che un capolavoro ha svegliato la formazione nero verde e i selargini complice anche la stanchezza di uomini come Asquer, P Porcu e non solo, hanno ceduto a lungo andare. La New Home non riesce a cancellare la maledizione delle Finali perse. FFC-Esports porta a casa il titolo e può festeggiare al Capo Horn tra pizze, selfie su instagram e tanti sorrisi.

IL TABELLINO
NEW HOME DESIGN:
Pani 6,5, A Maxia 6,5, Asquer 7, P Porcu 6, L Porcu 7, F Porcu 6,5, Porceddu 6, Napoli 6,5, Stocchino 5,5
FFC-ESPORTS: Mameli 7,5, Murtas 6, Angius 6,5, Pigliacampo 7,5, Ortu 7, Pinna 7, Caria 6,5, Porceddu 6, Cuboni 5,5, Fanti 6
ARBITRO: Cabras – Chessa  
MARCATORI: 13' rig. e 50’ rig. Stocchino (N), 19' e 32' Pigliacampo (F), 43' F.Porcu (N), 44' Pinna (F), 48' Ortu (F).
AMMONITI: 30' Fanti (F), 49' Porceddu (F).
ESPULSI: -
MIGLIOR GIOCATORE: Pigliacampo (F)
MIGLIOR PORTIERE: Mameli (F)

LE PAGELLE – NEW HOME DESIGN
GIANLUIGI ASQUER VOTO 7.
Nonostante gli anni passano Gianluigi rimane uno dei pezzi forti del calcio sardo e lo dimostra anche negli amatori. Se la retroguardia dei bianchi regge anche nelle situazioni più intricate molto del merito è suo. Sbaglia però, sul calcio di rigore del 2 a 3. Vetrina.
LORENZO PORCU VOTO 7. Una vera scheggia sulla corsia destra e non ci stupiremmo di vederlo ricalcare col tempo le orme del suo parente più famoso ossia Pierluigi. Sulla corsia sinistra crea non pochi problemi agli avversari. Va anche vicino al gol con una gran botta di collo esterno. Promessa.
ANTONIO MAXIA VOTO 6,5. Non ha sostanzialmente quasi nulla da invidiare al collega di reparto Asquer se non il curriculum su Diario Sportivo. Scherzi a parte anche Antonio fa la sua buona figura. Rischia di farsi uccellare nel corso della ripresa da Porceddu, ma gli va bene. Alta tensione.
SIMONE NAPOLI VOTO 6,5. Il suo ruolo è prettamente quello di impostare la manovra in mezzo al campo e Simone lo fa con la consueta calma. È il Pirlo della New Home Design. Oggi ha avuto meno spazi per far male ma è comunque riuscito a portare a casa un discreto voto. Galantuomo.
DANIELE PANI VOTO 6,5. Dire che non poteva far nulla in occasione del primo gol subito è poco, decisamente da rivedere in occasione del secondo perché se è vero che Ortu gli nasconde la traiettoria del pallone è altrettanto vero che Daniele poteva far di più. Si riscatta più tardi. Sapone.
FEDERICO PORCU VOTO 6,5. Non gli viene lasciato tantissimo spazio. Federico ama giocare da pivot ma si adatta, quanto meno così sembra, anche da esterno sinistro. Ha il tempo di arrivare su un pallone deviato e illudere tutti, compagni compresi, che i penalty siano a un passo. Falchetto.
ENRICO PORCEDDU VOTO 6. Attaccante di sfondamento alla Bierhoff, per restare in tema cagliaritano alla Mboma degli anni buoni. Enrico gioca qualche minuto nel secondo tempo e subito va in gol, purtroppo a gioco fermo e la sua faccia era tutto un programma. Un peccato. Illusione.
PIERLUIGI PORCU VOTO 6. Sufficienza striminzita quella che prende l’ex giocatore del Selargius che evidentemente era stanco dal match giocato precedentemente sullo stesso campo. Veloce sì, gran prestanza nei contrasti sì, ma tecnicamente qualche falla che non ci saremmo attesi. Esausto.
SIMONE STOCCHINO VOTO 5,5. Clamoroso che proprio uno dei giocatori più attesi non solo della squadra ma anche della Finale non riesca ad arrivare alla sufficienza. Implacabile dal dischetto ma per il resto si vede poco. Che fosse affaticato per i primi richiami di preparazione ? Formicolio.

LE PAGELLE – FFC-ESPORTS
MARIO MAMELI VOTO 7,5.
Si giocava il titolo di miglior portiere e l’inizio non è stato dei migliori visto che causa il rigore dello 0 a 1 poi però come da sua consuetudine chiude lo specchio a doppia mandata. Strepitoso in un paio di circostanze e il miglior portiere se lo prende lui. Chiave.
STEFANO PIGLIACAMPO VOTO 7,5. La scatola magica di questa partita e quella punizione, beh un capolavoro. Guardatevi la punizione di R. Baggio in un Fiorentina – Brescia del 2001: fotocopia esatta. E il paragone è di quelli pesanti. Stefano sbaglia davvero pochissimo. Magma arroventato.
ROBERTO ORTU VOTO 7. Sono più le volte in cui Ortu battibecca con Pinna che le volte in cui si fa vedere pericolosamente. Gira molto vicino alla porta senza però sfondare mai: sfonda, per l’appunto, soltanto in una circostanza ed è quella che consegna il titolo ai nero verdi. Spillatrice.
DAVIDE PINNA VOTO 7. Avere in campo uno come lui fa la differenza. È ancora piuttosto giovane, ma ha esperienza e grinta da vendere. Telecomanda la squadra schierandosi questa sera da centrocampista offensivo. Sfiora il gol capolavoro da fuori nel corso del primo tempo. Morbillo.
THOMAS ANGIUS VOTO 6,5. Schierato sulla destra, su quel settore c’è da fare i conti con un certo L. Porcu che inizialmente sembra un vero demonio. Thomas col passare dei minuti non solo riesce a prendergli le misure ma è anche bravo ad affacciarsi nella metà campo avversaria. Intimidatorio.
PIER RICCARDO CARIA VOTO 6,5. I primi minuti passati in panchina forse gli servono per studiare e prendere le misure alla squadra avversaria. Una volta entrato in campo non si segnalano particolari pecche da parte sua che dirige la situazione da dietro in modo sufficiente. Libro cuore.
CARLO FANTI VOTO 6. Inserito sulla corsia destra anche per far rifiatare i compagni, la gara di Carlo è senza infamia e senza lode. Certo non è semplice superarlo e per questo il giocatore che si è fatto conoscere nei nostri tornei con Red Blue becca la sufficienza. Spreca sotto porta. Allisciato.
ANDREA MURTAS VOTO 6. Sulla corsia sinistra Andrea soffre e non poco, sembra anche sentire abbastanza la partita e l’emozione si sa in match del genere può giocare brutti scherzi. Prende una sufficienza un po’ stiracchiata ma è certo che in altre gare ha fatto qualche cosa di più. Timoroso.
STEFANO PORCEDDU VOTO 6. Centrocampo dalla tempra morale che va ben oltre quelle che sono le qualità tecniche. Questo può essere un aspetto positivo a volte e negativo altre. Ha due ottime palle gol durante la ripresa, sfortunatamente per lui e i compagni però le spreca. Boateng.
NICOLA CUBONI VOTO 5,5.
È il giocatore che a centrocampo dovrebbe tenere testa alla qualità degli avversari, soffre sin dai primi minuti ed è evidentissimo. Dispiace dargli l’insufficienza. Causa un rigore a 50’’ dal termine del match che fa dannatamente soffrire i compagni. Febbre da cavallo.

Cronaca a cura di Francesca Farris
Pre partita, post partita e pagelle a cura di Giacomo Luigi Uccheddu

I SERVIZI AT LEAGUE SONO STATI PRESENTATI DA:
Antico Caffè del Borgo Caffetteria, menu fisso da 10,90 a pranzo con primo secondo e contorno, apericena il Venerdì
Vieni ad assaggiare il tuo momento di relax in Viale Sant’Avendrace 16 a Cagliari, ti aspettiamo!
Ci trovi dal Lunedì al Sabato dalle 5,30 alle 20,00, la Domenica dalle 4,00 alle 14,00